Cronache di un cedimento

ext4fallsdown

Questa volta me la sono “tirata addosso” tutta, ‘in arrivo ext4, prevedo guai per i noob’ è stato davvero un articolo azzeccato, peccato che ad aver avuto rogne sia stato il sottoscritto🙂 . Eh già, mentre me ne stavo col mio bell’Ubuntu a cazzeggiare in rete, ma che strano, la corrente è saltata e con essa il mio filesystem. Era una cosa già segnalata, i driver per l’ext4 devono essere ancora messi a puntino, ma è stata comunque una occasione per smanettare a fondo con Ubuntu e soprattutto mi ha dato l’occasione per scrivere questo articolo, un piccolo monito sulle conseguenze catastrofiche di una interruzione elettrica.Ho deciso ora di descrivervi tutti i passaggi che ho dovuto fare per “aggiustare” il mio OS, tenete conto che il tutto è durato più o meno un paio di settimane di lavoro effettivo(senza contare la fase conclusiva che inizierò non appena avrò voglia di farmi un bell’elenco…), anche perchè le soluzioni ai miei problemi non erano già pronte ed ho dovuto cavermela passo dopo passo, errore dopo errore, mentre ora sarebbe tutto più facile da ripetere ovviamente🙂 . Iniziamo dal fattaccio, manca la corrente e riaccendo il computer. Primo dato preoccupante, GRUB2 non riesce a bootare ubuntu, con vari tentavi il boot avviene ma si interrompe subito per via degli errori sul fs. Decido quindi di provare a rimettere a posto il filesystem e vedere che succede. Avvio Debian e mi rendo conto di un piccolo dettaglio, non ho ancora installato una versione recente del kernel!

Operazione 1: compilare il kernel con supporto ext4 su Debian

Una volta compilato ed installato il kernel procedo con fsck, il terminale mi sbatte in faccia una serie di errori interminabile ed una volta finito mi chiedo se Ubuntu riuscirà davvero a bootare. Riavvio, parte il boot ma mi vengono rilevati ancora errori nel fs, lascio che l’fsck automatico faccia quello che vuole, arrivo quindi alla schermata di login, niente da fare, una volta inseriti nick e passwd rimane tutto lì in sospeso.

Operazione 2: ripristinare i pacchetti danneggiati

Mi rendo conto che evidentemente “qualche” cosa non va, sarà meglio controllare l’integrità dei pacchetti. Avvio in recovery e faccio partire il tool automatico di disgnostica sui .deb (grande, grande cosa) che mi rileva qualche decina di pacchetti danneggiati e ripristinabili ma si blocca dinnanzi ad altrettanti corrotti in modo irrimediabile.

Operazione 3: rimozione dei .deb irrimediabilmente corrotti.

Avvio una shell di emergenza ed inizio a cancellare un po’ di tutto, il destino ha voluto che l’unico kernel installato non subisse danni importanti, altrimenti sarei stato spacciato in partenza. Per fare funzionare tutto rimuovo un paio di programmi non fondamentali, qualche libreria ed infine aggiorno qualche pacchetto essenziale che ovviamente non poteva essere rimosso, concludo il tutto rimuovendo i kernel-headers e kernel-headers-generic, il kernel riesce a girare ma a stento, riscarico il pacchetto e lo aggiorno, ora sono “stabile”. Riavvio e mi accorgo che il sistema mi rileva ancora danni al fs,

Operazione 4: installare un kernel più recente

Penso che potrei ottenere dei fix “seri” con una nuova versione del kernel, lo scarico e lo installo, dopo un paio di riavvii, fsck con Debian ed Ubuntu pare tutto in regola.

Operazione 5: rimettiamo in piedi il MIO Ubuntu

Dato che non ho più problemi di boot inizio gli aggiornamenti che mi avrebbero aiutato a disfarmi di eventuali pacchetti secondari corrotti che erano riusciti a salvarsi, ma nel mentre compaioni vari errori di configurazione

Operazione 6: zappiamo i .deb corrotti che si sono salvati al primo turno

Rimuovo tutto ciò che mi da errore, dato il primo passaggio di “ronda” nei confronti dei pacchetti danneggiati riesco a salvare almeno xorg e la grafica, per essere precisi solo openbox, gnome, LXDE e molti altri non si avviano da un bel pezzo,

Operazione 7: reinstallare tutto

Reinstallo ubuntu-desktop e gli altri DE, nonostante vari errori di configurazione ne salto fuori, avvio gnome per controllare e sembra tutto in regola, finalmente pare che ci siamo, faccio partire gli aggiornamenti e tutto si aggiorna. Pare tutto risolto (alla svelta eh, qua siamo alla prima settimana, per quello ho detto di aver aggiornato più volte🙂 ) ma l’update-manager mi dice che non aggiorno la lista dei pacchetti da più di 20 giorni, evidentemente c’è qualcosa che non va.

Operazione 8: la rifinitura

Penso che il problema sia in realtà una cavolata, faccio una ricerca su internet per risparmiare un po’ lo sforzo alla mie meningi ma niente da fare, apro quindi un topic convinto che qualcuno avesse già risolto la cosa. Passano un paio di giorni ma niente, che sia il caso di procedere da solo? Mentre ci penso mi arriva il suggerimento chiave, Stealth mi suggerisce update-apt-xapian-index e finalmente mi accorgo di un dettaglio che avevo tralasciato, effettivamente il gestore aggiornamenti non ricaricava la lista dei paccheti quando selezionavo l’opzione “Verifica”. Penso di avere risolto e canto vittoria troppo presto, riavvio ed è tutto come prima. Poco importa ho capito cosa devo fare

Operazione 9: scopriamo quale file impedisce a update-manager di aggiornarsi, solo questo dettaglio mi ha portato via 5 giorni

Ovviamente come prima cosa vado a controllare i file di status, available ecc di dpkg (/var/lib/dpkg), ne faccio un backup e li elimino, avvio l’update-manager e mi segnala qualche milione di pacchetti da aggiornare😀 ovvio, ho cancellato lo status ma non gli aggiornamenti, tolgo tutto e ovviamente mi risulta che nel mio sistema non è installato nessun pacchetto, ma non riesco a concludere nulla. Ripristino quindi tutto tranne il file status, quello mi tocca tenerlo vuoto se voglio uscirne. Inizia ora la ricostruzione, cerchiamo di far capire ad Ubuntu che cosa c’è e cosa non c’è, vi riassumo ora come si è svolta la vicenda:

1)cancellazione del file status previo backup->

2)sudo apt-get install ubuntu-desktop —> errori per libc6

3)copia delle righe inerenti libc6 sul nuovo file->

4)sudo apt-get install ubuntu-desktop —> errori di dipendenze->

5)sudo apt-get -f install —> errori per debconf

6)copia delle righe inerenti debconf

7)sudo apt-get -f install —> errori di dipendenze->

8)sudo apt-get install coreutils —> errori di dipendenze

9)sudo apt-get update/upgrade/dist-upgrade

10) problemi vari di configurazione-> rimozione di vari pacchetti

11) problemi irrisolvibili di configurazione (se toglievo quei pacchetti saltava tutto)

12)riavvio

13) sudo apt-get install ubuntu-desktop… successo

Ora messa così sembra facile, in realtà non ne saltavo più fuori tra errori, dipendenze errate ecc, l’intuizione che mi ha fatto risolvere è stata quella di “riassemblare” il file di status prendendo solo alcuni pezzi strettamente necessari da quello vecchio, infatti se iniziavo ad installare libc6 (in realtà ovviamente già installato) mi dave errore perchè alcune dipendenze fondamentali per l’installazione erano “mancanti” , quindi una volta messo tutto quello che poteva dare errore  in /var/lib/dpkg/status ho pensato: «e ora ce l’abbiamo fatta». La realtà è però diversa, il passaggio 12 non è proprio “veritiero” è stato un caso fortuito🙂. Infatti una volta che tutto tornava, il sistema base era installato ed “autocosciente”, non riuscivo comunque ad installare niente, erorri su errori, problemi su problemi, preso quindi dallo sconforto e dalla stanchezza ho spento il computer. Il giorno dopo penso di riprovarci, avvio, sudo apt-get install ubuntu-desktop, soliti errori di configurazione, metto a posto… funziona!😀 riavvio tutto e così, a caso, mi da errore di permessi con la mia home, no problem,

chown -R streetcross /home/streetcross

chmod 700 /home/streetcross

chmod 644 /home/streetcross/.dmrc

a posto 8)

Ora non mi resta che farmi una lista dei programmi installati e procedere con la loro “reinstallazione”, forse salterò qualche libreria -dev ma poco importa, probabilmente le reinstallerò compilando qualcos’altro. In conclusione cosa devo dire, attenzione, l’ext4 non è ancora totalmente sicuro, il sistema si può aggiustare, anzi se non siete pazzi come me, si reinstalla, ma i dati no, non affidate i vostri dati al nuovo fs!😉 saluti a tutti ed alla prossima!

p.s. vorrei comunque ringraziare anche gli altri utenti che hanno cercato di aiutarmi, lo so in molti se vedono il mio nick neanche ci provano😉 grazie DirkNowitzki, L0r3nz0, gabry79, A.Milinux (in ordine di “apparizione”😉 topic sul forum
Serve aiuto? LQH!

11 Responses to “Cronache di un cedimento”


  1. 1 guglielmomarconi 15 giugno, 2009 alle 9:36 pm

    Ciao streetcross, complimenti per la versione lxde ubuntu 9.04 la stò usando e mi stà dando grosse soddisfazioni. Ho però un piccolo problema…io sono un radioamatore e vorrei installare un sw per avere un quaderno di stazione.Attualmente stò usando un sw per dos ,ho provato ad installare jlog che funziona con java ma non sono riuscito ad installare java per linux, ho provato klog che è una distribuzione debian ma nulla, ho provato xlog che su ubuntu 8.04 funziona ma qui non riesco ad installarlo.Non sò cosa fare….capisco che non puoi essere a conoscenza di cosa sono le mie problematiche e cosa sono i radiomatori ma spero che tu riesca risolvere il mio problema. Ti informo che sono un neofita di linux e che stò iniziando ad imparare a usarlo . Saluti Guglielmomarconi

  2. 2 steveacab 15 giugno, 2009 alle 9:40 pm

    secondo me hai avuto una sfiga bestiale!

    -1. io avvio jaunty+ext4 da grub normale. (installato in un altra partizione un altra jaunty aggiornata a karmic)

    -2. mi è capitato 4 o 5 volte nell’ ultima settimana che mi è saltata la luce e non è successo assolutamente niente!

    io comunque avrei provato un installazione da cd senza formatazione il che elimina in pratica tutte le applicazioni non di default e ripristina un pò tutto ma rimane i contenuti delle cartelle intatti e quindi anche i file.

    p.s. operazione pluriusata e ha sempre funzionato.

  3. 3 streetcross 16 giugno, 2009 alle 7:58 am

    @guglielomarconi java si installa da repo, dai una bella letta al wiki ubuntu😉

    @stevecab 1 beh sì è probabile, non lo metto in dubbio, fatto sta che è successo il che vuol dire che non siamo ancora stabili al 100%, o no? Prima d’oggi non mi era mai capitato con nessun filesystem linux,è normale, prima o dopo ti capita nella vita! Per la soluzione ti ringrazio ma “reinstallare” non era il mio target come pui intuire dall’articolo (vuoi mettere la soddisfazione😉 ). per ora continuo a tenere i dati altrove, col prossimo kernel magari ci sarà più affidabilità, per ora è un bug segnalato questo che mi è successo, vuol dire che non sono solo🙂

    p.s. 4o5 volte in una settimana? fatti controllare l’impianto 8) :p

  4. 4 streetcross 16 giugno, 2009 alle 7:59 am

    @stevecab dimenticavo, io avvio da grub2 perchè utilizzo quello di Debian e soprattutto perchè quando ho messo jaunty sul mio pc grub non era ancora stato patchato dal team ubuntu per supportare le ext4😉 inoltre pare che grub2 debba diventare il boot loader di karmic

  5. 5 steveacab 16 giugno, 2009 alle 9:32 am

    sisi, da quanto si è capito grub2 rimpiazzerà grub normale.

    inoltre, certo, il tuo post è esplicito, ma comunque quella è la soluzione definitiva. Inoltre come hai detto tu la soddisfazione è quello che conta… altrimenti mica anche io mi metterei a smanettare con jhbuild e garnome (3 su 8), xfce alpha, gnome-shell ecc.

    sarebbe da provare col nuovo kernel 2.6.30 che da quanto ho capito dovrebbe sistemare qualcosina.

    p.s. no, l’ impianto è apposto, c’ erano dei lavori.

  6. 6 streetcross 16 giugno, 2009 alle 10:01 am

    @stevecab certo, anche perchè dubito che qualcuno sia così fesso da ripetere tutto quello che ho fatto🙂 comunque il 2.6.30 non mi pare abbia molte differenze, tutto sta nel testarlo a fondo, indubbiamente per karmik almeno la versione patchata ubuntu sarà in regola!🙂

  7. 7 Zoff 30 giugno, 2009 alle 9:20 am

    @streetcross che kernel stavi usanto? Il 2.6.28 vero? Quale build?
    Mi embrava di aver letto che questo problema fosse stato “patchato alla bene-meglio” nella build 13…
    In ogni caso ora il 2.6.30 è stato rilasciato stabile, non è nei repo (di jaunty) ma il team kernel ha compilato un generic e lo ha reso disponibile (come sempre) a questa pagina:
    http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v2.6.30/

    Io per evitare il problema lo uso dalla RC4 ;D

    Bella odissea comunmque!

  8. 8 streetcross 30 giugno, 2009 alle 2:06 pm

    @Zoff build 11=crash, con la 12 ho “risolto”, ad ogni modo su Debian (e altre) mi compilo sempre le nuove release di kernel (con Debian è quasi un obbligo) ma su ubuntu tengo solitamente quello da repo, altrimenti che gusto c’è🙂 quando decido di upgradare di solito anche lì compilo sempre, la versione .deb presa da dove indichi tu mi ha dato problemi una volta

  9. 9 Hunter 8 novembre, 2009 alle 10:20 pm

    Salve a tutti,

    io ho avuto un problema di riavvio di ubuntu (senza interruzione di corrente) che non so da cosa sia stato causato, dove si trovano i log di default? e se ne può aumentare la “verbosità” così che ad un eventuale ripetersi potrei avere più informazioni su cosa sia accaduto?
    In relazione al riavvio ho perso un file a cui stavo lavorando, questo file è un semplice file di testo che avevo aperto con gedit e che non avevo salvato. Dove salva, il gedit, i file che sta elaborando? solo in ram? o fa da solo delle copie di backup in quache temp? è possibile dire a gedit di fare salvataggi temporanei dei file che ha aperti?

    Dalla lettura del blog deduco che le problematiche di streetcross sono molto molto molto più importanti dei miei dubbi… ma essendo niubbo di ubuntu (ho installato la 9.10 da pochi giorni perdendo tutti i dati della 8.10 in quanto non ho aggiornato bensì formattato… ma era un tentativo mal riuscito di seguire l’idea di steveacab) risolvere i miei dubbi sembra un lavoro probabilmente più ardimentoso delle peripezie di streetcross…

    Saluti a tutti

  10. 10 Diego 19 novembre, 2009 alle 9:05 am

    Un bel gruppo di continuità?
    A volte sfidare la sorte non serve a nulla…

  11. 11 streetcross 16 dicembre, 2009 alle 1:28 pm

    @Hunter in /var/log dovresti trovare tutto quello che ti serve, per il file direi che non ci puoi fare niente, come in tutti gli os ciò che è caricato in ram va a farsi friggere😀

    @Diego beh il mio pc è ad uso personale e ludico, non ho bisogno di un gruppo di continuità😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Serve aiuto? LQH!
giugno: 2009
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Blog Stats

  • 419,021 hits

Più cliccati

  • Nessuna
Planet LQH
Planet di ubuntu-it


Smilla Magazine
iwinuxfeed.altervista.org

RSS Feed sconosciuto

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: